Ripresa del lavoro rurale ed agricolo nei nostri campi, nella fase due del coronavirus

Il Vescovo e la Pastorale diocesana del lavoro prende atto con gioia del provvedimento regionale con cui si dà la possibilità ai piccoli imprenditori agricoli di potersi recare al lavoro nei campi, per poter portare avanti la cura delle sementi e dell’orto, in terreni di proprietà personale, nel massimo rispetto delle normative sanitarie.

E’ una decisione che tanto favorisce il futuro delle nostre terre ed è stata da tempo da noi suggerita proprio perché viene incontro alle primarie necessità della nostra Regione, prevalentemente rurale.

Questa scelta raccoglie così anche l’auspicio che pochi giorni fa ha espresso la CEI, tramite la commissione nazionale della Pastorale del lavoro, che nel suo messaggio per la festa del primo maggio, ormai prossimo, così si esprimeva: “Chiediamo a tutti di dare un contributo alla costruzione di un modello sociale ed economico dove la persona sia al centro ed il lavoro sia più degno. Così senza rimuovere impegno e fatica, si può rendere la persona con-creatirice dell’opera del Signore e generativa”.

Per il futuro, nel rispetto di tutte le norme sanitarie necessarie, crediamo che sia fecondo camminare in questa stessa linea operativa, con la preghiera per tutti, vicini a chi è nel dolore, solidali con chi opera per il Bene comune, in ogni settore specie sanitario e sociale.

Campobasso, 16 aprile 2020.

Vescovo GianCarlo

Pastorale diocesana del lavoro

e Scuola diocesana Toniolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*