Discorso vescovo davanti al carcere di Campobasso. Bregantini, il rischio è sempre quello di smarririci!

Discorso del vescovo di Campobasso –Bojano pronunciato dinanzi al Carcere durante la sosta della processione dell’Addolorata e del Cristo Morto, venerdì Santo, 30 marzo 2018

«Carissimi fratelli e sorelle, un nostro amico, fratello nel cammino di fede, ci ha rivolto un monito, sull’uso del tempo. Perché realmente, il tempo è medicina che guarisce le ferite. Come è avvenuto nel cuore di questo nostro amico. In questo tempo di dolore, in questo luogo di passione vera, qual è il carcere, lui ha maturato scelte nuove. Si è redento da uno stile perduto. Ha ritrovato la strada della speranza. E, brevemente, ha pregato la Vergine Maria, Addolorata per tutti noi, quando perdiamo tempo, quando non siamo capaci di discernere il tempo opportuno. Quando il tempo lo spendiamo male, in cose vane, sterili, ingiuste.

Per questo tento di cogliere nel famoso Inno che viene continuamente cantato, lungo la nostra città, nella processione quelle parole del “teco vorrei”, o signore…”. Mentre infatti viene paragonata la vita ad un mesto viaggio, dove noi siamo chiamati a seguire il Signore per portare la Croce con lui; allora, il canto ci pone davanti una preghiera, mesta e dolce insieme: “donami tu coraggio, acciò non m’abbia da smarrir!”.

 

Ecco, il grande rischio infatti è sempre quello di smarrirci! La fatica della croce è grande.  L’insidia della seduzione e della fuga è incombente. La strada è in salita. Per le tante prove che avvolgono anche la nostra città. Ci sono davanti alcuni fatti tragici, che la VIA CRUCIS del 2 marzo scorso, lungo le strade suggestive e belle ma anche solitarie del centro storico, ci ha posto davanti. Con drammaticità. Specie alcuni casi di dolore, per i suicidi (ben tre, in poco tempo!) ed un caso di violenza   fino alla uccisione del malcapitato! Unico caso di violenza così efferrata, che ho registrato in questi miei dieci anni di servizio presso di voi, carissimi! Per i quali, benedico sempre più il Signore. Ma anche prego e prego che voi preghiate per me!

E’ facile, allora, anche per noi, smarrirsi davanti a tante tragedie, come la droga, la movida, il gioco d’azzardo che rovina tante famiglie, la solitudine, i quartieri dimenticati!

Tre in particolare sono le insidie che ci fanno smarrire.

PDF DISCORSO INTEGRALE SCARICABILE

Discorso arcivescovo Bregantini, venerdì santo 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*