NEWS RITIRO del Clero, 9 GENNAIO 2018.

il 9 gennaio 2018 si è svolto , presso Villa di Penta, in agro di Matrice (CB),  il consueto ritiro del Clero per il nuovo anno 2018. ha aperto i lavori l’arcivescovo Bregantini che ha annunciato le tematiche ceh caratterizzerano gli eventi dell’anno 2018  e gli impegni per il mese di gennaio. 

“Carissimi, presbiteri e diaconi, ben rivisti, dopo il forte impegno pastorale di queste feste, che ci hanno visti coinvolti in modo serrato, nelle tante liturgie che abbiamo celebrato, con buona presenza di fedeli, soprattutto nelle celebrazioni del Natale. Vi ringrazio tutti della vostra attuale presenza con il consueto grazie alla comunità religiosa, che ci ospita con crescente delicatezza.

Il tema che ci accoglie, oggi, è molto prezioso. Infatti, in questo percorso del Sinodo diocesano, ci accorgiamo che lo Spirito ci sta guidando, di tappa in  tappa. Stiamo, infatti, riscoprendo quanto sia preziosa e decisiva la PASTORALE BATTESIMALE, come abbiamo constatato con i Vicari foraniali, nella recente riunione del 3 gennaio 2018. Oggi, perciò, ascolteremo con impegno il relatore, padre Francesco De Crescenzo, stimmatino, parroco di una grande parrocchia di 15.000 abitanti, in Bellizzi di Salerno. Ha accumulato una serie di studi e di esperienze pratiche, sul campo, su questa nuova impostazione da dare alla pastorale Battesimale, che sa mettere insieme la pastorale familiare e quella catechistica. Ci lascia alcuni testi da lui elaborati con la sua équipe che lo segue. Sono testi pensati anche a livello diocesano, a Salerno, dopo che sono stati sperimentati a livello parrocchiale. Lo ringraziamo di cuore. Su quanto egli ci dirà, ci riuniremo in gruppi, per dialogare tra di noi, e per elaborare alcune proposte dirette, materia di successiva decisione sinodale.

Prima di presentare gli impegni di gennaio, mi piace affidare alla vostra preghiera la figura di don Francesco Lanese, che ci ha lasciato all’aurora di lunedì 11 dicembre 2017. Mirabile il suo testamento, spirituale e materiale: ha voluto premiare le sei parrocchie in cui egli è stato come pastore, con un segno di consistente carità fraterna, in preghiera reciproca. Penso sia da imitare!”

pdf testo integrale scaricabile RITIRO NEWS, 9 GENNAIO 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*