Aggiornamento del Clero. La gioia di essere preti e diaconi, dal 25 al 26 giugno convento di san Giovanni Battista

La gioia di essere Preti e Diaconi per costruire le Unità Pastorali, frutto maturo del Sinodo Diocesano è il tema dell’aggiornamento del Clero che si terrà dal 25 al 26 giugno presso il convento di san Giovanni dei Gesli a Campobasso. Due sono le sezioni di lavoro: mattutina e pomeridiana per le quali interverranno quattro relatori. A seguire, dopo ogni relazione, ci saranno  gruppi di lavoro e di studio. Le conclusioni di mercoledì pomeriggio sono affidate all’arcivescovo Bregantini

“Un itinerario verso le Unità Pastorali con obiettivi condivisi e piccoli passi progressivi, con lo sguardo alla crescente carenza di preti per le nostre comunità”. Dal Sinodo, apertura verso le  Unità Pastorali è la premessa della due giorni di riflessione, approfondimento e dialogo per accettare le sfide di un atteggiamento nuovo  e per ripartire dal dialogo tra presbiteri, per una fraternità presbiterale. Prima l’impegno a sentirsi fratelli tra preti, poi l’unità pastorale come orizzonte  verso cui camminare. 

Insieme, dal dialogo alla creazione di uno spazio  di comunione tra parrocchie in un’area territoriale omogenea in cui è possibile promuovere  una forma di collaborazione, quale epressione di una pastorale  d’insieme.

Le relazioni saranno a cura di :

Padre Armando Gravina “La gioia di essere Preti e Diaconi in un presbiterio Carovana sinodale”

don Massimo Muccillo “A  che punto siamo del Cammino sinodale…”

don Antonio Arienzale “Le istanze presentate dalle 6 foranie, in relazione ai 6 doni del Sinodo”

don Rocco Di Filippo “Itinerario verso le Unità Pastorali, con obiettivi condivisi e piccoli progressivi, con lo sguardo alla crescente carenza di preti per le nostre comunità”

Conclusioni

S.E. mons. GianCarlo Bregantini “I passi sinodali futuri: Elaborazione della INSTRUMENTUM LABORIS e costituzione dell’Assemblea sinodale dei 72 membri”

Programma scaricabile in pdf : Aggiornamento Clero 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*