CS 22-04 Solennità san Giorgio patrono di Campobasso, 23 aprile

Prot. Int.  2019  /  22   – 04

COMUNICATO STAMPA

 

A tutti gli organi di informazione

 

 

Festa del Santo Patrono di Campobasso, 23 aprile

San Giorgio, un santo che ispira la coscienza devozionale ad operare il bene

 

Campobasso. «Quest’anno la festa di S. Giorgio, che ricorre subito dopo la Pasqua, ci immette meglio nel clima di gioia e di ritrovata esultanza. Ci apre cioè al messaggio sempre centrale di come il male venga superato dalla fiducia nell’onnipotenza del Padre misericordioso. S. Giorgio, come tutte le figure di angeli e di santi “combattenti”, ispira la nostra coscienza devozionale ad operare il bene, mentre nel mondo sembrano far da padroni i “dragoni” del maligno. Con queste parole il parroco dei santi Giorgio e Leonardo, ha voluto sottolineare l’importanza della Festa in onore del Santo Patrono della città di Campobasso.  Un patronato poco sentito e partecipato, ma con la tenacia del parroco unitamente alla diocesi, mantiene viva la continuità nel tempo attualizzando anche il forte messaggio che ne deriva.

Martedì 23 aprile 2018, alle ore 17,00 presso la Chiesa di san Giorgio Martire ai piedi della collina Monforte, Celebrazione Eucaristica presieduta dall’arcivescovo di Campobasso –Bojano mons. GianCarlo Bregantini e concelebrata dai sacerdoti della città, partecipata dai Diaconi, dai religiosi e dalle religiose, dalle parrocchie, confraternite e associazioni ecclesiali, dalle Autorità civili e militari e dal popolo fedele.  La cerimonia religiosa in onore del santo è promossa ed organizzata dalla parrocchia   dei santi Giorgio e Leonardo guidata da don Luigi Di Nardo.

Processione. Dopo la santa Messa seguirà la processione del santo Patrono di Campobasso per le vie principali della città, con sosta alla loggia del Palazzo san Giorgio per il saluto del Sindaco, per la solenne benedizione del Vescovo alla Città e , al rientro, davanti alla Chiesa di san Leonardo per la benedizione del Centro Storico.

“Ci aiuti il Santo protettore ad esercitare nella nostra vita le virtù della forza e del coraggio per costruire la pace e per cantare le meraviglie del Signore”.

 

 

L’Addetto Stampa

Rita D’Addona

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*