25° Anniversario Episcopale arcivescovo Bregantini. Saluto del Vicario Generale don Antonio Arienzale

SALUTO nella celebrazione del 25° di episcopato di Mons. Giancarlo Bregantini.

  L’Arcidiocesi di Campobasso-Bojano  è in festa per il 25° anniversario della consacrazione episcopale del nostro  arcivescovo

  1. E. Mons. Giancarlo Bregantini.

     A  P. Giancarlo,  a nome di tutta la diocesi e di tutti i presenti rivolgo i più cordiali auguri per questo giubileo episcopale e ci uniamo alla sua preghiera di lode e di ringraziamento al Signore.

    Ma la gioia è particolarmente grande per la presenza di

  1. E. Mons. EMILE PAUL TSCHERRIG NUNZIO APOSTOLICO

in Italia che presiede questa concelebrazione.

    Ecc. za tutta la nostra arcidiocesi e tutti i presenti le danno un caloroso benvenuto nel Molise e a Campobasso in questa felice circostanza; la sua venuta tra noi dà un significato particolare a questo evento e ci fa sentire in profonda comunione con Papa Francesco che lei ci rappresenta.

  Un benvenuto agli ecc. mi Vescovi concelebranti:

  • E. Mons. Camillo Cibotti vescovo di Isernia – Venafro.
  • E. Mons. Claudio Palumbo Vescovo di Trivento
  • E. Mons. Armando Dini Arcivescovo emerito di Campobasso
  • ………..

Un grazie a tutti i vescovi e arcivescovi che hanno inviato gli auguri ma non sono presenti per impegni.

Benvenuto a tutti i sacerdoti, religiosi e religiose e tutto il popolo di Dio. Un particolare  saluto alla famiglia degli Stimmatini qui rappresentata, ai familiari del nostro Arcivescovo presenti e accompagnati dal loro parroco di Denno don Alessio.

  Benvenuto a tutte le autorità civili e militari.

   In questa solenne celebrazione ci uniamo al nostro arcivescovo per esprimere festa, ringraziamento al Signore, invocazione di grazie per il suo servizio di pastore del popolo di Dio.

       Mons. Giancarlo proveniente dalla terra trentina ha coltivato la sua vocazione sacerdotale nella famiglia degli Stimmatini. Fin da giovane è stato presente nella terra del Sud Italia.

  Viene consacrato Vescovo della  diocesi di Locri – Gerace il 7 aprile

di 25 anni fa. Ha fatto il suo ingresso nella nostra diocesi di

Campobasso – Bojano il 19 gennaio 2008.

  Mons. Bregantini ha svolto e svolge con grande passione il suo ministero pastorale prima in terra di Calabria ed ora in Molise.

  Molteplici sono state le iniziative promosse nella nostra Arcidiocesi.  Dopo decenni sono state fatte le visite pastorali a tutte le parrocchie  intrattenendosi per alcuni giorni nelle comunità e visitando i vari ambienti.

  Il 5 luglio del 2014 ha accolto Papa Francesco in visita a Campobasso e Castelpetroso. In quella occasione è stata inaugurata qui in città la “casa degli angeli” dove i poveri possono trovare un pasto caldo

e un luogo per dormire.

  A conclusione delle VISITE PASTORALI è stato indetto il SINODO DIOCESANO con progetto triennale.

  Mons. Giancarlo ha una attenzione particolare per il mondo del lavoro.

A livello nazionale è stato presidente della commissione episcopale per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia e la pace.

  I poveri hanno un posto particolare nel suo cuore e lo testimoniano i tanti che affollano gli ambienti della Curia.

   Poi ci sono i giovani verso i quali ha una attenzione specifica visitandoli nelle scuole, partecipando alle giornate della gioventù e promovendo iniziative in loco. In questo ambito è forte l’impegno per suscitare e coltivare le vocazioni sacerdotali. Oltre ai seminaristi a Chieti ci sono in diocesi giovani in formazione nel seminario “Redemptoris Mater” di Sepino e nella comunità “Maria stella dell’evangelizzazione” di Cercemaggiore. 

  Questo solo per ricordare alcune attività promosse in diocesi dal nostro arcivescovo.

    In questi anni abbiamo potuto costatare la passione di P. Giancarlo per la terra del Molise, l’ansia paolina nell’annunciare il Regno di Dio che

a volte oltrepassa i confini diocesani per arrivare in tutto il territorio nazionale sia per i corsi di esercizi spirituali che è chiamato ad animare che in varie conferenze.

  Il compito del Pastore certamente non è facile ma il nostro arcivescovo  con umiltà si è fatto carico delle situazioni più difficili anche con contatti diretti e personali facendo sentire la sua continua vicinanza al proprio clero.

  “MIO SIGNORE E MIO DIO” è il motto dello stemma episcopale di Bregantini  e lo  ha scelto anche per questa ricorrenza; sono le parole dell’apostolo Tommaso davanti a Cristo risorto.

    Con tutto il clero, con tutta la diocesi auguriamo  a

  1. Giancarlo che con la sua azione pastorale conduca tutti noi a fare l’esperienza dell’apostolo incredulo che è stato inondato dalla luce del Cristo Risorto; questo sia nell’imminenza della Pasqua ormai vicina e sia nella vita ordinaria.

  In questa solenne celebrazione ci uniamo alla sua preghiera di ringraziamento al Signore per le grazie ricevute e per quelle che chiediamo per il bene della nostra Chiesa locale.

    AUGURI   P. Giancarlo.

 

don Antonio Arienzale, Vicario Generale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*