I Meditazione quaresimale, 2019. “Noi e la tentazione”

 “Noi e la tentazione”.

Siamo esposti alla tentazione, come foglie al vento. Foglie che, però, restano tenacemente attaccate alla pianta, nonostante la forza contraria che le vuole strappare. Ecco, la tentazione è proprio questa lotta per restare attaccati a ciò che nella vita conta e ha valore. Ma prima di entrare in questa questione, così ampia e così umana, è bello chiederci: *Cos’è la tentazione? *E perché siamo spesso tentati? *Come vincerla?

Partiamo dalla prima immagine. La tentazione è una discesa improvvisa, nella quale abbiamo due possibilità: o frenare o lasciarci travolgere. In fondo è emblematico il luogo dove Gesù stesso è condotto: il deserto. E’ guidato, ci descrive Luca nel suo Vangelo, dallo Spirito Santo. E questo ci offre già un altro elemento importante: quando siamo tentati, non siamo mai soli! Il testo dice proprio che per quaranta giorni Gesù si trovò a soffrire la fame e qui si è imbattuto nelle lusinghe del diavolo. La prima istigazione che fu rivolta a Gesù è quella di dimostrare che era il Messia, trasformando i sassi in pane. E’ la tentazione relativa proprio ad un’altra domanda fondamentale, rivolta a ciascuno: di quale pane ti nutri?

PDF integrale scaricabile

MESSAGGI QUARESIMALI 2019 N.1

“QUANDO E’ NOTTE PER NOI, E’ GIORNO PER DIO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*