Pastorale giovanile. Meeting dei giovani “Correvano insieme… (Gv 20,4)” . Il 18 novembre a Campobasso

Domenica 18 novembre 2018, dalle ore 9:00 presso la parrocchia di san Pietro Apostolo, in via san Giovanni a Campobasso, i giovani provenienti dalle parrocchie di tutta la diocesi si incontreranno presso gli ampi spazi della parrocchia per dare vita ad una giornata ricca di spunti, di riflessioni e di preparazione nella prospettiva del cammino sinodale diocesano e per la GMG 2019 di Panama, anche per coloro che non potranno volare oltreoceano.

Nell’ottica del cammino sinodale, la Pastorale giovanile, che ha il suo motore nella Consulta Diocesana composta da giovani, educatori/formatori come confermano i responsabili diocesani, i salesiani don Francesco Labarile e don  Pasquale D’Elia, promuove  il Meeting 2018 dei Giovani. Un appuntamento annuale che vede coinvolti i giovani della Consulta in una giornata all’insegna dell’ascolto, dell’accoglienza e del confronto attraverso il linguaggio dell’arte, arte musicale, della preghiera, del dialogo, della Fede.

Nel pomeriggio, alle ore 17: 00 l’arcivescovo di Campobasso – Boiano, S.E. mons. GianCarlo Bregantini, presiederà la celebrazione Eucaristica con messaggio finale e mandato ai giovani. Dentro il riflesso del Sinodo mondiale dei vescovi dedicato ai giovani e verso   l’incontro mondiale dei giovani a Panama, risuona forte l’eco del santo Padre papa Francesco, quando, il 6 ottobre scorso,  ha parlato a braccio durante l’inaugurazione del Sinodo alla Presenza dei giovani nell’Aula Paolo VI.  «A voi, giovani, che avete parlato, che avete dato la vostra testimonianza, che avete fatto una strada, dico: questa è la prima risposta. Fate la vostra strada. Siate giovani in cammino, che guardano gli orizzonti, non lo specchio. Sempre guardando avanti, in cammino (…) E poi, voi lo avete detto bene: che mi fa trovare me stesso non è lo specchio, il guardare come sono. Trovare me stesso è nel fare, nell’andare alla ricerca del bene, della verità, della bellezza. Lì troverò me stesso».  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*