Pastorale giovanile. X Mille Strade, iscrizioni fino al 7 luglio pellegrinaggio dei giovani in Molise e a Roma

Iscrizioni ancora aperte per partecipare al pellegrinaggio a Roma – 11 e 12 agosto 2018

L’incontro dei giovani con Papa Francesco 11 e il 12 agosto 2018 in vista del Sinodo dedicato proprio ai giovani e in programma il prossimo ottobre sarà preceduto  da iniziative condivise anche dalla Diocesi di Campobasso -Boiano.

Sarà un incontro eccezionale, di preghiera e di festa preceduto da pellegrinaggi diocesani e regionali.

Saranno aperte fino al 7  luglio 2018 le iscrizioni per partecipare alle iniziative condivise

Programma diocesano e interdiocesano del Molise a cura della Pastorale giovanile diocesana:

Pellegrinaggio del cuore: “Il discepolo amato N.1”

– dal 4 al 6 agosto  pellegrinaggio spirituale nella Casa per Esercizi spirituali annessa alla Basilica di Castelpetroso;

Pellegrinaggio a piedi “Il discepolo amato N. 2”

– dall’8 al 10 agosto pellegrinaggio a piedi  da Campobasso, Boiano, Santa Maria del Molise, Sant’Angelo in grotte, Guasto di Castelpetroso, Basilica di Castelpetroso.

Pellegrinaggio in Pullman “Siamo qui”

 -l’11 Agosto partenza da Castelpetroso in direzione Roma -Circo Massimo –  incontro con papa Francesco

Sabato 11 agosto 2018 è prevista la partenza per Roma per incontrare Papa Francesco, seguire le testimonianze e partecipare alla suggestiva Notte bianca al Circo Massimo. L’evento si conclude domenica 12 agosto 2018 con la messa in piazza San Pietro con Papa Francesco.

INFO

Il modulo d’iscrizione va chiesto e  riconsegnato esclusivamente al Responsabile Diocesano della Pastorale Giovanile  don Francesco Labarile 338.3038923

Tutte le informazioni relative alle modalità di partecipazione sono disponibili anche sulla pagina Facebook della Diocesi.

Il senso dell’iniziativa: “Per mille strade” vivremo un breve pellegrinaggio che ha come meta Roma. Che cos’è un pellegrinaggio? A cosa serve? Perché si cammina prima di arrivare a Roma? Perché certe volte abbiamo bisogno di fare esternamente ciò che dobbiamo fare intimamente.  Cioè, tutto quello che facciamo all’esterno diventa simbolo di un cammino che stiamo facendo dentro di noi. L’esterno ci aiuta a fare il viaggio all’interno. A cosa dovrebbe servire la via di un pellegrinaggio? Non a percorrere semplicemente una strada, ma a convertirsi, a tornare dentro se stessi, a ritrovare il Cristo dentro di noi. Mancano pochi mesi al Sinodo sui Giovani. Come giovani, dopo esserci impegnati nel cammino diocesano di preparazione, siamo pronti, ora, a metterci ancora di più in gioco e in discussione!”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*