CS 9- 03 Ordinazione Diaconale Stefano Fracassi

 

 

Prot. Int.  2018 /  9 – 03

COMUNICATO STAMPA

A tutti gli organi di informazione

 

ORDINAZIONE DIACONALE

Stefano Fracassi sarà diacono,  domenica 11 marzo a Limosano (CB) con il rito dell’imposizione delle mani

Campobasso. “Grato al Signore per il dono della vita e della vocazione” domenica 11 marzo 2018, alle ore 17,30, presso la chiesa di san Francesco in Limosano (CB) sarà ordinato Diacono, il seminarista Stefano Fracassi, di anni 26.  Il rito di ordinazione diaconale mediante imposizione della mani e la preghiera consacratoria sarà presieduto da Sua Eccellenza mons. GianCarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso -Boiano. Stefano Fracassi di Limosano, piccolo fervente comune nella provincia di Campobasso, nasce a Campobasso il 25 dicembre 1992. Stefano cresce sotto la guida dei genitori in compagnia della sorella Silvia  e sotto gli insegnamenti dei  nonni con i quali trascorre la prima parte dell’infanzia: nonna paterna Marianna, nonna Maria Rosaria con la quale ha imparato a recitare il Santo Rosario, e della bisnonna Lina.  Semplicità, umiltà, preghiera, un’Ave Maria al giorno, il canto popolare alla Vergine Santa fanno di Stefano un ragazzo che vive la sua chiamata con gradualità e purezza vocazionale.  La sua vocazione affonda le radici sin dalla prima infanzia quando insieme alla nonna, Stefano si reca a Messa seguendo gli insegnamenti della spiritualità popolare ed i primi fondamenti del Catechismo  con l’iter dei sacramenti, comunione e cresima come Tradizione e Magistero della Chiesa ne insegnano il cammino. Nel 2015 l’ammissione agli Ordini di Stefano, nella stessa chiesa parrocchiale di san Francesco di Assisi che ha visto la partecipazione di parenti, amici, autorità civili e militari, la stampa, i presbiteri della diocesi e quelli del Seminario regionale di Chieti. Stefano con gioiosa e fedele  adesione ha deciso così di seguire i primi passi del suo cammino vocazionale. «La vita di ogni seminarista – ha detto il vescovo Bregantini –  è la vita di chi oggi viene pienamente accolto tra coloro che si mettono in cammino verso la consacrazione diaconale  sacerdotale».

 

 

L’Addetto Stampa

Rita D’Addona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*