Turismo e Creato. Il 6 e 7 ottobre al Santuario san Gabriele, Gran Sasso, per il rilancio del turismo sostenibile

Al Santuario di San Gabriele, Isola del Gran Sasso,  una due giorni di dibattiti su “Turismo e Custodia del Creato”

Il turismo sostenibile ed il rilancio del territorio  al centro degli interventi di importanti relatori provenienti da tutto il Paese che porteranno la loro esperienza diretta

Venerdì 6 e sabato 7 ottobre 2017  nella suggestiva cornice del Santuario di San Gabriele dell’Addolorata, nel comune teramano di Isola del Gran Sasso, si terrà un importante incontro dal tema  “Turismo e Custodia del Creato”. La due giorni di dibattiti e confronti è stata organizzata dalla Pastorale Turismo, Sport e Tempo Libero Abruzzo-Molise, dalla DMC Gran Sasso Laga e dal Centro Sportivo Italiano CSI regionale con l’obiettivo di dialogare, con tutti gli operatori del settore ed i portatori di interesse, su quelle che sono le potenzialità e le opportunità turistiche offerte dalle aree interne montane e sul lavoro di sviluppo e promozione di questi territori che deve essere in linea con il rispetto della natura e del Creato e sempre nell’ottica di un turismo sostenibile.

Locandina programma evento. Per ulteriori dettagli consultare la sezione Pastorale del Turismo di questo sito.

 

Diverse, le tematiche presentate da importanti relatori  provenienti da tutto il Paese.  Sviluppare un nuovo percorso di crescita sostenibile per l’Abruzzo e per il Molise  coniugando turismo religioso e naturalistico, sportivo ed eno-gastronomico.

nei recenti appuntamenti con le giornate promosse anche in molise,  il Direttore della Pastorale Turismo, Sport e Tempo Libero Abruzzo-Molise coadiuvato da don Giacomo Piermarini, hanno rimarcato l’importanza della collaborazione tra Istituzioni Ecclesiastiche e Civili.  “Il turismo sostenibile ed accessibile è fonte di sviluppo dei nostri territori, è stato detto.  Rispettare l’ambiente, tutelare il creato è pensare al futuro e alle giovani generazioni. L’intesa stipulata di recente tra la conferenza dei Presidenti regionali e la CEI è un ulteriore elemento per accrescere la collaborazione tra i soggetti che operano sul territorio. Il progetto del parco culturale ecclesiale, fortemente sostenuto dalla Pastorale Nazionale  del turismo e dello sport, è la messa a sistema per valorizzare il grande patrimonio culturale, storico, ambientale, enogastronomico delle nostre realtà locali. È il più interessante progetto, se lo vogliamo declinare in termini di investimenti strutturali, per lo sviluppo delle aree interne.  È un obiettivo raggiungibile e quantificabile. Bisogna crederci e lavorare insieme”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*